In questa guida verranno spiegati i passi da seguire per installare a colpo sicuro la visual novel di Clannad e questo in considerazione della barriera linguistica (sotto Windows la procedura è completamente in giapponese), oltre che tecnici (tramite una procedura manuale è possibile giocare la VN anche su sistemi operativi non Microsoft).

Prerequisiti
Installazione in ambiente Windows
Installazione in ambiente Mac OS X
Installazione in ambiente GNU/Linux
Installazione su dispositivi Android



Prerequisiti

Prima d'iniziare bisogna chiaramente disporre della versione originale del gioco (per dettagli a riguardo buttate un occhio sulla pagina politica).
Fate attenzione ad una cosa, nel corso degli anni la Key (sviluppatrice della visual novel) ha rilasciato diverse versioni per PC della stessa opera, ma l'unica da usarsi con la patch italiana è quella denominata Full Voice, uscita nel 2008.



Installazione in ambiente Windows

Prima di procedere all'installazione, è decisamente consigliato configurare il proprio sistema Windows per gestire i caratteri giapponesi, questo non è un passo obbligatorio, ma è utile per evitare tutta una serie di complicazioni o piccoli problemi in fase di gioco.

Il modo con cui effettuare questa configurazione cambia in base alla versione di Windows in uso ed in alcuni casi per portare il tutto a termine potrebbe essere necessario inserire il CD del sistema operativo.
È ora possibile partire con l'installazione vera e propria del gioco.

All'inserimento del DVD del gioco l'autoplay lancerà la seguente finestra:



Da notare come nella barra del titolo venga riportata la versione, cosa che ci permette di verificare che stiamo effettivamente installando la Full Voice.
Per procedere selezionate il pulsante in basso a sinistra.



Nella successiva finestra sono possibili più operazioni:
Per procedere selezionate il pulsante in basso a sinistra.



Fatto questo verrà richiesta una conferma, per proseguire selezionate il pulsante a sinistra.



Arrivati qui partirà l'installazione vera e propria, operazione che durerà pochi minuti, al termine della quale comparirà il seguente pop-up di conferma:



Proseguiamo dando l'okay, per arrivare su una nuova finestra che ci chiede se vogliamo eseguire una qualche operazione sulle DirectX.



Annulliamo il tutto con il pulsante a destra, in quanto è un'operazione non strettamente necessaria, atterrando così sull'ultima finestra.



Il gioco è ora pronto, l'ultimo passo da fare consiste nell'installare la patch italiana, ricordatevi d'indicare in questa fase l'eventuale percorso non standard dove avete installato il gioco.

ATTENZIONE: Se non avete configurato il vostro sistema per la lettura dei caratteri giapponesi, al primo avvio del gioco vi verrà richiesto di selezionare un carattere (passo obbligatorio), assicuratevi di sceglierne uno conforme a quanto vi viene chiesto a video.
È decisamente consigliabile usare un carattere giapponese, per questo motivo consigliamo il Mikachan, un font gratuito (e tra l'altro molto carino) adatto a tali esigenze.



Installazione in ambiente Mac OS X

Andate sul sito del progetto rlvm e scaricatevi il dmg, il programma supporta solo sistemi OS X su piattaforma Intel, fatto ciò installate il tutto.

È ora possibile partire con l'installazione del gioco.

Il contenuto del DVD sarà il seguente:



Da notare come nella barra del titolo venga riportata la versione, cosa che ci permette di verificare che stiamo effettivamente installando la Full Voice.
Per procedere è necessario entrare nella cartella SETUPDATA e copiare tutto il contenuto di GAMEDATA in punto a piacere, ad esempio sulla scrivania.



L'ultimo pasto consiste semplicemente nell'installazione della path, è sufficiente sovrascrivere i file contenuti nella cartella GAMEDATA (che volendo possiamo rinominare come vogliamo), con i file contenuti nell'archivio della patch.

ATTENZIONE: La cartella g00 della patch non deve sostituire quella contenuta in GAMEDATA (cosa che non farebbe funzionare il gioco con un errore Could not find image file "mcur00"), ma deve andare in integrazione, cioè i singoli fine in essa contenuti devono andare a sostituire gli equivalenti nella cartella finale del gioco.



Installazione in ambiente GNU/Linux

Andate sul sito del progetto rlvm e scaricatevi il pacchetto più adatto alla vostra distribuzione (ufficialmente vengono proposti dei deb a 32 e 64 bit), in alternativa ci sono sempre i sorgenti.
Tenete conto che molte distribuzioni pacchettizzano il programma in formato nativo, potete valutare anche questa opzione (che molto probabilmente è la più comoda).

L'installazione del gioco è molto semplice, copiate la cartella SETUPDATA/GAMEDATA dal DVD del gioco in un punto a vostro piacimento, da notare la presenza in questa folder del file Clannad_fv.ico, cosa che ci permette di verificare che stiamo effettivamente installando la Full Voice.

L'ultimo pasto consiste semplicemente nell'installazione della path, è sufficiente sovrascrivere i file contenuti nella cartella GAMEDATA (che volendo possiamo rinominare come vogliamo), con i file contenuti nell'archivio della patch.


Installazione su dispositivi Android

Sul Google Play è disponibile un porting dell'rlvm, il suo funzionamento è molto semplice, il tocco singolo simula il click del tasto sinistro del mouse, mentre quello con due dita il destro.

Operativamente dopo l'installazione dell'app non resta da fare altro che copiare all'interno del telefono/tablet (la procedura cambia da modello a modello) la cartella del gioco, assicuratevi di averci preventivamente installato la patch italiana usando le istruzioni indicate sopra.

ATTENZIONE: a partire dalla versione di Android Kitkat (4.4.4), sono state introdotte alcune restrizioni in fase di scrittura sulla SD, pertanto se avete copiato i file della VN proprio lì, è molto probabile che l'emulatore andrà in crash per l'impossibilità di scriverci alcuni file di supporto.

Per risolvere tale situazione è possibile:
  1. Copiare i file della VN sulla memoria interna del dispositivo;
  2. In alternativa effettuare il root del vostro device ed usare tool come SDFix: KitKat Writable MicroSD.
    Tenete tuttavia in considerazione che questa seconda opzione (solitamente non banale oltre che rischiosa), invalida la garanzia del dispositivo sulla quale è effettuato.